Primavera: perchè io vado in letargo?

Arriva la primavera, i fiori sbocciano, le foglie riempiono gli alberi, gli uccellini cinguettano e noi…andiamo in letargo.

Ci sentiamo stanche, svogliate, spossate, deboli e il morale è tendenzialmente basso.

Tranquille, tutto normale e tutto ciò ha un nome: SAD, ossia disturbo affettivo stagionale.

L’arrivo della primavera infatti causa reali cambiamenti fisiologici.

Il cambio di stagione sconvolge totalmente l’equilibrio del nostro organismo e della nostra mente. Si innescano processi neurochimici tali per cui ci troviamo ad essere in uno stato più simile alla depressione, al letargo che al risveglio de sensi!

Il ciclo mestruale potrebbe subire variazioni, potremmo avvertire male alle ossa, gonfiore generale e SIAMO TRISTI.

Ragazze sono gli ormoni che remano contro insieme ad altri processi che, se trovano in noi terreno fertile, ci portano in una sorta di stato depressivo.

Quindi, che fare?

Innanzitutto non spaventiamoci, manteniamo la calma perché non è nulla. L’80% di noi è in questo stato.

Dobbiamo semplicemente prenderne atto e combatterlo.

Il corpo fa fatica?

Tira il freno a mano?

Facciamo fatica ad addormentarci anche se abbiamo un sonno pazzesco e la mattina non vorremo mai alzarci?

Usiamo la testa!

Cosa intendo?

Siamo donne pensanti. Abbiamo preso atto di ciò che ci sta capitando. Sappiamo di non avere nulla di che, quindi FORZIAMOCI A FARE!

Non permettiamo alla primavera di avere la meglio sul corpo. Se in partenza il corpo è stanco e debole e lasci amo che la testa vada giù insieme a lui…siamo spacciate.

5 consigli per superare questa fase:

  1. vai e fai: non lasciamoci fermare, cerchiamo di fare tutte le nostre cose come sempre, ascoltandoci e ovviamente senza esagerare, ma continuiamo normalmente la nostra vita;
  2. ceniamo presto: mettiamo i piedi sotto il tavolo prima possibile, in modo tale da riuscire ad andare a letto presto senza cibo sullo stomaco, così il sonno sarà ristoratore e ci sveglieremo fresche. Tutto intorno a noi sta cambiando, quindi cerchiamo di dare una sana regolarità ai nostri orari e abitudini. Il corpo e la mente ringrazieranno;
  3. attenzione a cosa mangiamo: evitiamo di farci prendere da attacchi svuota frigo che intensificherebbero e allungherebbero ulteriormente il nostro disagio. Mangiamo salmone, sgombro, cioccolata fondente, frutta di stagione. Antiossidanti e OMEGA3 ci aiuteranno;
  4. facciamo sport: anche se pensiamo di non farcela, anche se non abbiamo voglia, pratichiamo attività. Produrremo così serotonina ed endorfine. Ormoni “del buon umore” che andranno a bilanciare l’eccesso degli ormoni che invece ci stanno creando disagi;
  5. alleniamo il corpo giorno dopo giorno: ogni giorno facciamo qualcosa in più rispetto al giorno precedente in modo tale da rendere il corpo gradualmente abile a sopportare e poi sconfiggere questa sindrome della primavera.

Ok, ora siamo pronte ad uscire dal letargo e sbocciare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.