MondayBlues: come l’ho sconfitto

Lunedì: da quando ho iniziato la convivenza col papà di mio figlio, era diventato una tragedia.

Il realtà, tragico era il pensiero di cosa comportasse il lunedì ovvero: ricominciare a far conciliare casa –  lavoro – compagno – mia vita privata, senza sentire tutto una fatica.

Non riuscivo perché avevo l’ansia da prestazione. Ero diventata in un colpo solo “donna di casa” e “compagna di vita” e volevo che tutto fosse perfetto e non volevo deludere nessuno o ricevere critiche.

Allo stesso tempo non volevo che al lavoro dicessero: “ecco! Ora che convive, trascura il lavoro!”

E non volevo rinunciare a troppe cose della mia vita da single….

In più il papà di Giovanni era carino e disponibile solo nel week end perché il lavoro che fa, gli regala molti stress, e la sera è spesso di umore poco piacevole e rimane chiuso.

Aaaah!!!!

Inoltre dopo 5 mesi sono rimasta incinta… Pensate un po’ ….

In realtà vedevo tutto molto più grande è difficile di quanto fosse e soprattutto, mi lasciavo condizionare da ciò che avrebbero potuto dire o pensare gli altri.

Fatto sta che il lunedì ero sempre in crisi. Ma piangevo eeeh!

Allora cos’ho fatto? 

Ho deciso che al lunedì avrei fatto solo cose piacevoli e avrei abolito i “doveri” soprattutto quelli che mi sentivo messi addosso da ciò che si aspettavano gli altri. Mi spiego?

In sostanza, al lunedì ho smesso di fare le pulizie, di stirare (che in seguito ho poi completamente abolito), di riempire eccessivamente la giornata di impegni.

Inoltre ho iniziato a vedere il lunedì come il primo giorno a disposizione per occuparmi di me, della mia vita e delle cose che mi piacciono.

Dopo aver partorito, il lunedì è diventato il giorno della spesa con Giovanni e lo è tutt’ora. Gli piace. Mi piace. Ci divertiamo. È un rituale irrinunciabile.

Vado a correre alle 5.20, così ho più calma e tempo per far partire la giornata di tutti noi.

A pranzo mi cucino sempre qualcosa di gustosissimo e coccoloso (seppur leggero e sano).

Leggo l’oroscopo di Paolo Fox della settimana.

Mi metto i tacchi. (Non li metto spesso perché contribuiscono a far venire la cellulite, poi perché facendo molto sport ho bisogno di scarpe indulgenti e inoltre tengo le scarpe da mattina a sera e ho una vita piuttosto attiva)

In sostanza, attuo una serie di semplici cose che rendono il lunedì  un giorno speciale!

Ok. Così ho smesso di avere l’ansia del lunedì!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.